Loading...

La Zona Monumentale dei Trulli

HOME > Territorio > Alberobello > La Zona Monumentale dei Trulli


Richiedi informazioni

La meravigliosa cittadina di Alberobello, unica al mondo per il suo paesaggio, si estende fra due amene colline divise da un avvallamento che occupa tutta la parte bassa a sud. Questo spiazzo, oggi chiamato Largo Martellotta, un tempo era detto Largo delle Fogge perché occupato da tante cisterne nelle quali si conservava l’acqua piovana che scendeva a valle per i periodi di siccità.
Largo Martellota oggi si presenta solleggiato e accogliente con i suoi ampi marciapiedi che ospitano molte attività ristorative oltre a delle piccole botteghe specializzate nell’artigianato locale.
La Zona Monumentale di Alberobello si divide fra l’Aia Piccola e il Rione dei Monti, entrambi dichiarati Monumento Nazionale, rispettivamente nel 1930 e 1910.
Non solo, ma nel 1996 i trulli di Alberobello sono stati dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità con la seguente motivazione “costituiscono una testimonianza unica o quantomeno eccezionale di una civiltà e una tradizione scomparsa; offrono un esempio eminente … illustrante un periodo significativo della storia umana; costituiscono un esempio eminente di insediamento umano rappresentativo di una cultura ..”.
Una volta giunti in Largo Martellotta, si è circondati da un paesaggio inverosimile, contaminato da un tripudio di pietre. A destra si apre una scala che conduce al Belvedere, accanto alla chiesa di santa Lucia, da dove è possibile avere una panoramica completa dell’immenso Rione Monti. Percorrendo le stradine sulla destra si arriverà all’antico piazzale dei lamioni per poi proseguire nella parte più incantevole di Alberobello: l’Aia Piccola. E da qui attraverso sentieri in pietra, costeggiati da trulli si giungerà piacevolmente ai piedi del Rione dei Monti. Ora non resta che scegliere quale stradina lastricata fare per arrivare in cima ai monti e perdersi ancora una volta in un paese che sa di fiaba.

Informazioni
Facilmente accessibile.

Bibliografia
Lippolis, P. (1961), Alberobello, nella Murgia dei Trulli e delle Grotte, Roma, De Luca Editore, 1 ed.
Martellotta, A. (2003), Alberobello, itinerario storico ed artistico, Lecce, Capone Editore, 1 ed.
Notarnicola, G. (1940), I trulli di Alberobello, Bari, Edizioni Levante (ristampa).

offerte e news, no spam

Community