Loading...

La chiesa della Madonna della Vetrana

HOME > Territorio > Castellana Grotte > La chiesa della Madonna della Vetrana


Richiedi informazioni

Documenti del ‘200 e del ‘300 attestano la presenza in questo luogo di una piccola chiesa, indicata col titolo di Santa Maria Veterana, che vuol dire Santa Maria Antica. Per volere del Conte di Conversano Adriano Acquaviva d'Aragona, che aveva avuto salvi dal vaiolo la moglie Isabella Caracciolo ed i suoi figli, e per voto della medesima Contessa, nel 1582, la chiesa, ormai diruta, venne riedificata ed ingrandita. Nel 1714 vi si insediarono i Frati Alcantarini, dalla riforma di s. Pietro d'Alcantara, i quali, dal 1710, si erano occupati della costruzione del Convento. L'interno della chiesa, a croce latina e con volta a botte, è decorato da stucchi mentre la volumetria tozza della navata viene ingentilita da tre arcate laterali a tutto tondo ed esaltata, nel transetto, da quattro pilastri, in pietra locale, con capitelli, ricchi di foglie d'acanto e ghirlande di fiori, che sostengono la grande cupola sempre illuminata dal sole. Nel transetto ci sono due grandiosi altari barocchi, decorati da splendidi stucchi. L'altare maggiore risente dello stile barocco leccese. L'ancona, settecentesca, è formata da quattro colonne tortili che racchiude una ricca cornice in gesso dorato nella quale troneggia l'icona di fine Trecento della Madonna della Vetrana. L'opera, eseguita a fresco su una lastra di pietra, ha stile bizantineggiante ma con lineamenti delicati. La sacrestia conserva alcuni affreschi di fine ‘700, tra cui raffigurazioni di santa Francesca Romana e sant'Egidio da Taranto, oltre ai santi Pasquale Baylon e Pietro de Alcantara. Splendido il lavabo del 1750 in marmi policromi e mattonelle fiorate di Capodimonte, con al centro lo stemma francescano. Molto semplice, all'interno del Convento, il chiostro formato da arcate a tutto tondo. Unica decorazione il pozzo, inserito dentro un arco a tutto sesto.

Informazioni
Il Santuario e l'annesso convento si trovano sulla strada per Alberobello, a circa due chilometri dal centro cittadino. La struttura è accessibile aidiversamente abili.

Bibliografia
Associazione Culturale CE.RI.CA-Castellana Grotte (1997), Castellana Grotte ed il suo territorio. Il cuore della Puglia. Guida storico – turistica, Fasano, Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community