Loading...

La chiesa dell'Immacolata

HOME > Territorio > Castellana Grotte > La chiesa dell'Immacolata


Richiedi informazioni

Nel 1789 la confraternita della SS. Trinità dopo controversie con i frati conventuali fece edificare la chiesa dell'Immacolata, dove trasferì la propria sede. La statua dell'Immacolata domina dal fastigio, su una facciata a intonaco in semplice stile romanico, dove spicca un finestrone bombato. L'interno mononavato è arricchito da un bell'altare Maggiore barocco. D'interesse artistico è anche la tela a sinistra del presbiterio del pittore Vincenzo Fato. La tela raffigura Santa Teresa d'Avila. Il chiaro risalto della Santa reso dalla luce che contrasta con lo sfondo scuro e il suo atteggiamento contemplativo rientrano nei canoni stilistici della pittura barocca. Appena entrati in chiesa a sinistra si può ammirare invece una bella statua lignea di San Sebastiano attribuita a Cesare Persio che avrebbe copiato il modello da una statua di Stefano da Putignano, quindi riferibile al XVII secolo. Un'altra ipotesi invece riconosce la paternità proprio allo scultore putignanese e per questo retrodaterebbe l'opera al XVI secolo. Sono presenti anche belle opere in cartapesta, tecnica artigianale che molte volte in Puglia ha raggiunto forme d'arte. Pregevoli sono infatti le statue dei SS. Medici, Cosma e Damiano e vicino, sempre in cartapesta un crocifisso e un Cristo Morto. La Sacrestia conserva invece una statua lignea della Madonna del Pozzo, un culto molto diffuso nella zona.

Bibliografia
Associazione Culturale CE.RI.CA-Castellana Grotte (1997), Castellana Grotte ed il suo territorio. Il cuore della Puglia. Guida storico – turistica, Fasano, Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community