Loading...

Torre dell' Orologio Cisternino

HOME > Territorio > Cisternino > Torre dell' Orologio Cisternino


Richiedi informazioni

Simbolo di Cisternino, la Torre dell’Orologio, si erge civettuola ed elegantemente slanciata in piazza, contrastando con la semplicità delle case dall’inequivocabile aspetto seicentesco e settecentesco. L’aspetto definitivo della piazza risale all’Ottocento e appare chiaro che anche la Torretta dell’Orologio, sia stata edificata nella seconda metà del XIX secolo, in concomitanza con il rifacimento della facciata della Chiesa Madre e le ristrutturazioni complessive che lo stesso borgo subì sotto la nuova ventata neoclassica. La piazza, pur avendo subito alcune profonde modifiche, conserva ancora l’aspetto originario del Seicento, grazie all’abilità di anonimi muratori che hanno saputo armonizzare i prospetti di un’architettura casuale, nata spontaneamente senza un progetto integro. All’interno di questo contesto spontaneo si inserisce perfettamente l’unico elemento architettonico costruito per seguire un po’ quella che era la moda del Settecento; creare un orologio nella piazza principale. La torre fu fatta costruire nel 1850 affidando la progettazione ai maestri Curri di Alberobello, artefici della Basilica dei SS. Medici.
La facciata si divide in più ordini, incorniciati dalle due lesene laterali e dai marcapiani. Ogni piano è traforato da un’apertura, fino ad arrivare all’ultimo che ospita l’orologio. Il fastigio, definito da una cornice curvilinea, chiude in alto lo slancio della torre con un pinnacolo in metallo che ne accentua ancora di più la verticalità.
La torre dell’Orologio contaminò il palazzo adiacente che per seguirne lo slancio si arricchì di un ulteriore piano.

Bibliografia
Semeraro, R. (2005), Cisternino, Fasano (Br), Schena Editore, 1 ed.

offerte e news, no spam

Community