Loading...

La chiesa della masseria di Ottava Grande

HOME > Territorio > Fasano > La chiesa della masseria di Ottava Grande


Richiedi informazioni

La chiesa, di cui si ha notizia in una bolla del 1180 con il nome “De Octava”, che indicava un punto distanziometrico, presenta elementi decorativi e strutturali propri dello stile romanico pugliese quali il portale ad archivolto decorato a “denti di sega”, il piatto protiro poggiante su colonne pensili di cui ne rimane solo una, il rosone centrale, l’ingresso laterale con portale ad arco anch’esso sagomato e sormontato da una feritoia, gli archetti pensili che segnano le tre absidi, il campanile  a vela leggermente laterale rispetto all’asse di prospetto. La chiesa è divisa in tre navate da pilastri con semicolonne addossate e tre absidi profilate da archetti pensili, coperta da tre cupole in asse sulla navata centrale, estradossate all’esterno da falde inclinate del tetto e da volte a crociera lungo le navate laterali. Una caratteristica, questa, rintracciabile in altri edifici religiosi pugliesi più monumentali, come la chiesa di Ognissanti di Valenzano, quelle di san Benedetto di Conversano e di san Corrado di Molfetta. Si diversificano, invece, dall’impostazione medievale della struttura il corpo rettangolare antistante, coperto da volta lunettata, l’altare in pietra con vistose decorazioni, le pitture a motivi floreali che sottolineano i pennacchi, gli archi, i capitelli e parte dei paramenti murari. Nel complesso la chiesa appare elaborata con armonica maestria e, pur ricadendo nell’area di una singola masseria, per la sua ampiezza doveva servire alla fruizione di un territorio più ampio. Infatti la zona in cui sorge è denominata Difesa di Malta, toponimo, questo, che con la mente ci riporta a quelle proprietà terriere che facevano capo a grossi ordini monastici. Pertanto è opportuno ipotizzare una committenza di qualità che, con tale manufatto architettonico, voleva affermare l’importanza dell’ordine religioso.

Informazioni
L’interno del complesso religioso non è accessibile al pubblico.

Bibliografia
Tavolaro, A. (1989), Armonia architettonica e simbolismo nella chiesa di Ottava Grande, in Riflessioni Umanesimo della Pietra, Martina Franca.
Calderazzi, A. (1997), L’architettura rurale in Puglia. Le masserie, Fasano, Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community