Loading...

La chiesa Matrice di San Giorgio

HOME > Territorio > Locorotondo > La chiesa Matrice di San Giorgio


Richiedi informazioni

La Chiesa Madre è dedicata a San Giorgio, patrono della città. L'attuale edificio fu iniziato nel 1790 e concluso nel 1825 sulla stessa area dove in passato erano state edificate altre due chiese intitolate allo stesso santo. La prima nel XII secolo, e ne dà conferma un documento del 1195 che fa riferimento ad un luogo rotondo con una chiesa di San Giorgio. La seconda ricostruzione risale alla seconda metà del XVI secolo, e anche in questo caso una lapide dice che la chiesa fu terminata nel 1579.
I progetti della chiesa e tutti i relativi lavori interni furono opera di Giuseppe Gimma e Nicola Fasano, ingegneri di Locorotondo.
La facciata è in stile neoclassico e sul timpano si può ammirare una raffigurazione in rilievo di San Giorgio con il drago al centro e ai due angoli in basso le statue di San Pietro e San Paolo. Il campanile, alto m. 47, ai quattro angoli del primo ordine presenta le tre Marie e la Veronica provenienti dallo smembramento del polittico della Pietà esistente nella vecchia Chiesa Madre.
L'interno è articolato su una pianta a croce greca, con una cupola centrale alta 35 metri. Sulla sinistra si apre la Cappella del SS. Sacramento, interessante per la Bibbia Pauperum che riproduce scene bibliche su 42 riquadri, patrimonio proveniente dalla precedente cappella cinquecentesca. Nell'abside della cappella spicca la grande tela raffigurante l'Ultima Cena (1841) del pittore napoletano Gennaro Maldarelli, al quale si deve anche la tela di S.Giorgio del 1841. Un'altra tela degna di menzione è l'opera della Madonna del Rosario (1769) incorniciata da 15 ovali raffiguranti i misteri,firmata dal pittore martinese Francesco De Mauro.
Ogni cappella è adornata da importanti altari barocchi di manifattura napoletana realizzati fra il XVIII e il XIX secolo.

Bibliography
AA.VV. (2004), La chiesa di san Giorgio martire in Locorotondo, a cura della Cassa Rurale Artigiana di Locorotondo.

Montanaro, P. - Tursi, G. (1991) Guida di Locorotondo, Locorotondo.

offerte e news, no spam

Community