Loading...

La chiesa di san Francesco d'Assisi

HOME > Territorio > Monopoli > La chiesa di san Francesco d'Assisi


Richiedi informazioni

Fuori le mura sorge la chiesa di San Francesco d'Assisi. Essa fu edificata, sul preesistente sito religioso medievale, nel XVIII secolo su progetto dell'architetto Michele Colangiuli e mostra un barocco sobrio e lineare, intriso ancora di forme rinascimentali. La facciata divisa in due ordini è, infatti, ordinatamente scandita da lesene e riquadri. Barocco è il fastigio con il belmotivo del lobo aperto al cielo. Il campanile, la cui base è inglobata nella muratura della chiesa, si innalza rastremato, motivo questo che, insieme alla facciata, richiama i più illustri modelli barocchi della capitale. L'interno è mononavato con tre cappelle per lato; gli stucchi, realizzati da un architetto milanese, mettono in risalto le murature accentuando i profili d'ombra e risaltando i particolari architettonici in un perfetto rapporto tra spazio e luce. L'altare Maggiore in marmo custodisce un prezioso Crocefisso ligneo trecentesco, già con un atteggiamento del Christus patiens. Ai lati le settecentesche statue lignee della Madonna e di S. Giuseppe. Nell'abside, dietro l'altare maggiore si possono ammirare alcune tele di D. Carella tra cui: l'Immacolata con la Trinità, S. Francesco Solano che battezza gli infedeli e I martiri francescani. In esse la vivacità cromatica, tipica del Carella, rimanda a opere di C. Giaquinto. Le altre cappelle custodiscono opere di altri artisti pugliesi come Vincenzo Fato, alcune sue tele sono: S. Giuseppe, S.Vito e S. Rocco e di S. Anna con la Vergine e Ss., nella cappella di S. Francesco d'Assisi. Nella cappella del Battista è bello il gruppo scultore ligneo della Madonna in trono con Bambino. Alla scuola pugliese è attribuita la realizzazione nel 1710 del pregiato organo in legno, decorato con effetti cromatici dorati.

Bibliografia
Pepe, Fr. (1996), Monopoli città turistica. Guida turistica e culturale, Monopoli Zaccaria editore.
Campanelli, G. (1989), Monopoli. Guida turistica, Fasano, Schena editrice.
Monopoli : Comune, Assessorato alla cultura (2000) Monopoli nel suo passato, Monopoli.

offerte e news, no spam

Community