Loading...

Chiesetta dello Spirito Santo

HOME > Territorio > Ostuni > Chiesetta dello Spirito Santo


Richiedi informazioni

Alle spalle della guglia, sulla destra, all'inizio di Via Roma, quindi fuori dall'antica cinta muraria, sorge la piccola chiesetta dedicata allo Spirito Santo. Il portale è un autentico gioiello della scultura decorativa rinascimentale, difatti è dichiarato monumento nazionale. I bassorilievi della lunetta sul portale raffigurano la Dormitio Virginis. La Vergine è distesa sul letto ed è circondata dai dodici Apostoli che devotamente pregano aspettando gli angeli che accompagneranno l'ascesa della Madonna verso l'Eterno. Il riquadro soprastante, ossia il timpano a forma triangolare, simbolo dello Spirito Divino, presenta al centro, la Madonna circondata da tanti piccoli volti. Agli angoli si svolge l'Annunciazione, sullo spigolo a sinistra c'è l'angelo con il giglio in mano mentre su quello opposto c'è la Madonna inginocchiata, in segno di ringraziamento. Oltre alla raffigurazione scultorea, quello che rende magnifico il portale è tutta una serie di motivi floreali e decorativi che avvolgono ogni dettaglio.

Le due lesene laterali chiudono il prospetto facciale terminando in alto con un timpano spezzato. Il millesimo “1637” che si legge sulla cuspide della facciata fa riferimento alla conclusione dei lavori voluti all'inizio del XVII secolo dal vescovo Vincenzo Meligne, che fa apporre la sua arme araldica.

L'interno non conserva tracce dell'originaria struttura seicentesca, anche perché nel Novecento è stata soggetta a due restauri che hanno rivestito la chiesa con marmo pregiato celando forse antiche tracce.

Tra le opere conservate all'interno c'è la bellissima tela di Jacopo da San Vito raffigurante la Madonna con Bambino e i Santi Gioacchino, Anna ed Elisabetta. In una nicchia si conserva la statua lignea seicentesca di sant'Oronzo e in un'altra nicchia campeggia la statua vestita della Madonna del Buon Consiglio.

Bibliografia
AA.VV. (2000), Guida di Ostuni, Lecce, Lecce, Congedo Editore, 1. ed.
Tanzarella, A. (1989), Ostuni ieri, Fasano (Br), Schena Editore.
Sozzi, A. (2008), Ostuni nella storia, Fasano (Br), Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community