Loading...

Guglia di sant'Oronzo

HOME > Territorio > Ostuni > Guglia di sant'Oronzo


Richiedi informazioni

Altissima, circa 20 m, nelle sue linee baroccheggianti, la guglia di Sant'Oronzo domina il cuore politico della città con la vicina piazza Libertà. Venne fatta erigere nel 1771 dall'architetto ostunese Giuseppe Greco (1740-1807) con l'effigie del Santo sull'apice. La colonna è un ex-voto voluto fortemente dai fedeli ostunensi per ringraziare il santo che protesse la città dal flagello della peste della carestia nel Settecento. Tale testimonianza di perenne devozione verso il protettore è citata in latino sulle targhe epigrafiche a drappo, sorrette dagli angeli e posate alprimo ordine su ognuna delle quattro facce.

L'ordine successivo è coronato da una balaustra con colonnine sagomate con ai quattro angoli le statue di San Biagio, Sant'Antonio da Padova, Sant'Irene e San Gregorio Armeno, tutti santi patroni minori della città.

Gli ordini successivi tendono a rastremarsi pian piano che si procede verso l'apice arricchendosi con putti, cherubini e cartigli. In alto campeggia la statua di Sant'Oronzo delicatamente avvolta dal panneggio del mantello vescovile in atto benedicente. Secondo una leggenda la statua, un tempo, aveva nella mano sinistra un breviario che pare abbia scagliato contro i cittadini per punirli delle malvagità che commettevano.

Bibliografia
AA.VV. (2000), Guida di Ostuni, Lecce, Congedo Editore;
Tanzarella, A. (1989), Ostuni ieri, Fasano, Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community