Loading...

La chiesa del Purgatorio

HOME > Territorio > Ostuni > La chiesa del Purgatorio


Richiedi informazioni

A metà percorso della via Cattedrale, poco prima di arrivare alla chiesa di san Vito, sulla sinistra si apre un vicoletto nel quale si affacciano la chiesa del Purgatotorio e l’omoima confraternita.
La chiesa del Purgatorio, detta anche chiesa di San Nicola da Tolentino, fu costruita per volere della confraternita a partire dal 1722 su un terreno donato da Francesco Antonio Ayroldi. In origine l’ingresso spuntava dalla parte opposta, si affacciava infatti in piazza Moro, attuale piazza Pietro Sansone, poi nella seconda metà del XIX secolo, in seguito agli ampliamenti della strada, l’apertura della chiesa fu invertita, spostandola sul sito dove era collocato l’altare maggiore.
La struttura esternamente non presenta nessuna decorazione. La facciata è completamente liscia e si conclude superiormente con un timpano. Si evidenzia solo il portale in pietra lunettato, realizzato nel 1921, e incastonato nel prospetto.
L’interno, ad un’aula rettangolare con abside, è diviso da due campate con volte a stella decorate da pitture realizzate da Luigi Oronzo Pappadà (1849-1949). Lungo le pareti della navata ci sono due altari per lato marcati da lesene scanalate e capitelli ionici. La chiesa è arricchita da molte decorazioni in stucco che furono realizzate nel 1863, commissionate dal rettore canonico don Giuseppe Lofino e disegnate dall’architetto Gaetano Jurleo.
Sull’altar maggiore, realizzato nel 1772 da Gian Donato Maldarella, trova spazio la tela settecentesca della Madonna con san Nicola da Tolentino e le anime del Purgatorio, contemporanea ad un'altra tela che rappresenta l’Immacolata tra i santi Francesco di Paola e Filippo Neri. Di fronte sulla, controfacciata  sporge un organo in legno. All’interno della chiesa si conservano diverse sculture del gruppo dei Misteri, come la scultura in cartapesta del Mistero del Cristo Morto disegnata da Luigi Oronzo Pappadà e modellata da cartapestai leccesi e la statua popolare dell’Addolorata. Questi due simulacri chiudono ogni anno la tradizionale processione dei misteri.

Info
La chiesa è sempre chiusa.

Bibliography
Sozzi F. (1990), La chiesa del Purgatorio, in Itinerari di Terra d'Otranto, Ostuni 1, Lecce, edizioni del Grifo.

offerte e news, no spam

Community