Loading...

La piazza della gogna

HOME > Territorio > Ostuni > La piazza della gogna


Richiedi informazioni

A metà strada , lungo la via della cattedrale, si attraversa un piccolo slargo chiamato piazza Pietro Sansone. Si tratta di una piazzetta in parte modificata rispetto all’originaria planimetria medievale e che anticamente era denominato piazza del Moro. Questo antico appellativo si farebbe discendere dalla presenza in passato di un albero di gelso moro. Oggi sono cambiate le disposizioni e le dimensioni della piazza; è meno estesa ed è quasi strozzata dagli eleganti portali dei palazzi signorili che vi si affacciano. Ma è anche cambiata la funzione; attualmente è un centro vivace animato da tanti piccoli negozietti mentre un tempo era il luogo della morte e della punizione pubblica. Infatti, qui pare che fosse collocata la gogna. La gogna era una struttura litica, generalmente collocata in punto centrale del borgo antico affinché fosse da tutti visibile la punizione esemplare inflitta al reo e servisse anche da ammonizione. Un esempio di gogna in parte ancora conservata si trova a Bari, in piazza Ferrarese. Molto probabilmente una struttura simile in pietra doveva anche trovarsi qui ad Ostuni, al centro della piazza, nei secoli passati quando logicamente c'èra una altra strutturazione dello spazio.
Oggi si conserva della gogna solo un capitello corinzio che si trova attaccato ad una parete fra i numeri civici 4 e 5. E’ collocato in maniera sporgente e sospeso ad una certa altezza. Infatti qui si fissava una catena terminante con un collare in ferro che veniva cinto alla gola del condannato. Qualora il crimine fosse stato meno grave il reo era pur sempre legato al capitello con appeso un cartello che ne indicava la colpa. Così facendo il delinquente sarebbe stato vittima del pubblico ludibrio.
In questo slargo ora si affacciano moltissimi case signorili in stile settecentesco con l’indicazione del millesimo di fondazione, oppure con lo stemma blasonato. Sicuramente quello più evidente si trova a ridosso dell’arcata sopraelevata su via Petrarolo , disposto lungo lo spigolo dell’angolo. Raffigura uno stemma bellico con un leone rampante circondato da tre stelle.

Bibliography
Sozzi, A. (1986), Ostuni nella storia, Fasano (BR), Schena Editore.

offerte e news, no spam

Community